29/09/12

Dal Giappone #1

Diciamolo pure: questo è ufficialmente il primo post dal Giappone. Una cosetta veloce veloce per ringraziarvi ancora e ancora delle vostre parole che mi commuovono ogni volta e dirvi che sono arrivata tutta intera.
È stato un viaggio emotivamente difficile, condito di piantini regolari ogni paio d'ore e di momenti in cui ho avuto l'assoluta volontà di tornare a casa, ma ormai sono qui, e anche se questa città mi ha accolta con una pioggerella antipatica è troppo tardi per fare marcia indietro.

airplane wing



C'è un gatto che miagola insistentemente fuori, e mi sento un po' come lui, sola e desiderosa di coccole. Proprio per superare questi momenti mi sono portata dietro dei piccoli pezzetti della mia vita "dall'altra parte", oggetti da bambina da cui non mi sono voluta separare.
Domani si comincia a esplorare, a cercare il modo per rendere mia questa casa lontana da casa.

Molti di voi lo conosceranno già, ma mi è stato richiesto esplicitamente, quindi vi lascio con una delle cose che colpiscono i turisti in Giappone già all'arrivo all'aeroporto.

japanese toilet

P.s. Per tenere in ordine le mille foto che scatterò prossimamente ho aperto un account su Flickr, per ora ci sono solo le foto dei miei viaggi passati, ma presto si riempirà di Giappone, quindi tenetelo d'occhio!

33 commenti:

  1. Beh, il momento tanto atteso è arrivato! La tua avventura in Giappone è ufficialmente iniziata..... che emozione!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che oggi piova e sia riuscita a uscire solo per fare la spesa, si prospetta una giornata tediosa. Non vedo l'ora che inizi la scuola per conoscere qualcuno e stare un po' in compagnia!

      Elimina
  2. Ciao Elena, ho iniziato a seguire il tuo blog da pochissimo e ti faccio i miei complimenti per il coraggio che hai avuto!! desidero fare un 'esperienza come la tua da una vita, ma sono sempre stata un pò fifona! questo post però ha riacceso la scintilla e forse anche io farò questa "pazzia"!! grazie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per il commento! Anche io volevo partire da tanto e solo ora ho preso il coraggio di farlo, per ora è più dura di quanto pensassi, ma ormai sono qui e indietro non si torna, bisogna guardare avanti. Ti auguro di riuscire a realizzare il tuo desiderio!

      Elimina
  3. Un enorme in bocca al lupo!!! Sono stata in Giappone quest'estate in vacanza: quindici giorni da sogno! Era tutto esattamente come lo avevo sempre immaginato! E ora mi struggo di nostalgia...anche se capisco che ci sia una bella differenza fra partire per 15 giorni e stare lontano da casa per un anno...Forza!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In 15 giorni c'è di bello che non c'è abbastanza tempo per vedere i lati negativi, o per sentirsi soli: si può assorbire tutto il bello del Giappone e averne un ricordo del tutto positivo. Per oggi ancora non sono riuscita a fare un po' la turista, piove fortissimo, ma avrò tempo per esplorare la città prossimamente.

      Elimina
  4. Olééé! Sei già "qui" di nuovo tra noi ;D
    Su su, esplora! Non vedo l'ora di (capire come funziona Flickr per) vedere le tue fotografie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora, che ho tanto tempo libero, cerco di essere il più presente possibile. Spero di riuscire a fare presto qualche foto, per il momento sto rintanata in casa ad aspettare che smetta di piovere.

      Elimina
  5. ようこそ〜! ^O^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ありがとう, compagna gaijin in terra nipponica! :)

      Elimina
    2. sììì noi gaijin abbiamo una marcia in più, soprattutto noi italiani quando dobbiamo risolvere problemi improvvisi >w<9 (tipo vedi me che trasporto a braccia la bicicletta attraverso una stazione enorme e la gente che mi guarda con una faccia così perché le ragazze giapponesi NON FANNO QUESTE COSE XD)
      sarà un'esperienza unica, vedrai che imparerai tantissimo, in tutti i senti! e ricordati che lo studio è importante, ma ci sono altre cose che lo sono altrettanto e non vanno trascurate!

      volevo venire a kyoto questa settimana che sarei in vacanza ma sono povera ç__ç ho tempo fino a dicembre, ce la farò >w<

      Elimina
    3. Ma più che altro: le giapponesi NON SI BAGNANO! Oggi pioveva a catinelle e io come una scema avevo ombrello, k-way terribile anni '90 ed ero comunque fradicia, e loro in shorts e sandali andavano in giro tranquillamente, senza prendersi nemmeno un raffreddore, ci scommetto. Però sì, per certe cose noi abbiamo una marcia in più!
      Be' di sicuro imparerò a vivere da sola e a cavarmela, e già è tanto! Però non mi farò mancare un po' di divertimento, in fondo me lo merito.
      Ti aspetto a Kyoto se riesci a passare da qui!

      Elimina
    4. non si bagnano, non sudano, non si spettinano, non si rovinano il maquillage...in pratica, non sono umane!

      Elimina
  6. Non lo sapevo!!!!
    In bocca al lupo!!! がんばって!!!^_________^

    RispondiElimina
  7. yeeeee! bene arrivata! ti aggiungo su flickr :D

    RispondiElimina
  8. Quante emozioni! Goditi ogni angolo di Giappone, ogni immagine e ogni sapore anche per noi che ti seguiamo dall'Italia.
    Tempo uggioso anche nella mia città :( Buona fortuna ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pioggerella qui si è trasformata in tifone e mi ha tenuta in casa quasi per tutto il giorno, ma da domani spero di poter uscire e godermi la città!
      Grazie dell'augurio, a presto! :)

      Elimina
  9. Scrivi tanto sul tuo blog mi raccomando :)
    Io vorrei andarci in Giappone, userò le tue parole come guida :)
    In bocca al lupo per il tuo anno all'estero, pensa sempre positivo e non ti abbattere, noi dall'Italia ti stiamo vicini e ti seguiamo con piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il tempo me lo permetterà conto di scrivere regolarmente della mia esperienza in Giappone, non so se sarò una brava guida, il mio punto di vista è sempre personale, ma racconterò più cose possibili.
      Ti ringrazio per l'appoggio, sapere che c'è gente che mi conosce solo virtualmente e fa il tifo per me mi mette di buon umore.

      Elimina
  10. Ben arrivata ^^
    La tua avventura inizia adesso (e spero che ci terrai aggiornati tramite blog) ^^
    I bagni super tecnologici all'inzio per me erano stati una specie di trauma (temevo di schiacciare le cose sbagliate e di fare chissà cosa), poi ci ho preso la mano (un attimo meno comode sono le turche alla giapponese) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Le funzioni del bagno tecnologico non le ho provate, ero appena arrivata all'aeroporto e non vedevo l'ora di essere a casa a rilassarmi, ma la prossima volta che ne vedrò uno proverò a schiacciare tutti i pulsantini, più o meno so a cosa servono, ma è da provare!

      Elimina
  11. Ben arrivata a Kyoto!!! Che bello risentirti subito, appena arrivata! :)
    Dai, forza e coraggio, i primi giorni sono sempre i più difficili, ci sente soli e spaesati ma a poco a poco, le cose miglioreranno!! Peccato per la pioggia, che di certo non aiuta lo stato d'animo (almeno per quanto mi riguarda, che sono abbastanza metereopatica!).

    Un abbraccio fortissimo cara, e tieni duro, che le cose andranno sempre meglio!! E ovviamente....がんばって!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dany!!
      Anche io mi sto ripetendo che è solo la reazione ai primi giorni in un luogo che non conosco, infatti non vedo l'ora di iniziare la routine della scuola, conoscere un po' di persone, imparare a orientarmi in questa città. Di sicuro il tempo non ha aiutato, anche io sono molto metereopatica.
      Ti abbraccio, ancora grazie!

      Elimina
  12. I primi giorni sono i piu' duri. Soprattutto lontano dal moroso. Datti il tempo necessario e cammina tanto per la citta'. Fa bene al corpo e all'anima. Consiglio anche un iPod, magari podcast della radio (io mi coccolo con Radio Deejay) e taaaaaanta pazienza.
    Un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto esplorando a poco a poco, passeggiando tra le viuzze intorno a casa per imparare a conoscerle. Mano a mano che mi sentirò più sicura mi allontanerò sempre di più, allargherò il territorio che sento mio. Grazie per il consiglio e l'appoggio Laura, ti abbraccio.

      Elimina
  13. Ahh il cesso! una di quelle cose di cui non ho nostalgia anche se è più igienico. Sospetto di non essere mai riuscita ad usarlo al massimo delle sue capacità (frasi ambigue...).
    Corro a leggere il secondo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al primo incontro non l'ho sfruttato al meglio, spero di rifarmi la prossima volta, con più calma. In realtà continuo a preferire il nostro bidè al super-water.

      Elimina
  14. Cavolo, sono emozionata per te!!! *____*
    La curiosità che hai fotografato la conosco bene... ricordi il mio piccolo inconveniente a Kyoto, quando ho fatto scattare l'allarme generale? Ahem.... -____-'
    In ogni caso, buon Giappone!! Io mi divorerò tutti i tuoi post!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo ricordo sì, infatti visto che ero di fretta ho pensato bene di lasciarlo stare e utilizzarlo solo "nel modo convenzionale", per non rischiare di fare un macello appena messo piede in Giappone. :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...