20/06/13

E alle ortensie chi ci pensa?

Quando ho iniziato a buttare giù due idee per questo post, la stagione delle piogge continuava a farsi attendere, le temperature sfioravano i 35 gradi e le ortensie, fiore che dovrebbe allietare questo periodo dell'anno, stavano appassendo per mancanza d'acqua.
Stavo scrivendo una presentazione sulle adozioni da parte di coppie omosessuali - finalmente un tema scelto da me, e un po' più stimolante di "Se potessi decidere vivresti in una villetta unifamiliare o in un appartamento?" - e il Kamogawa sembrava sul punto di prosciugarsi.

Ortensie
Le ortensie languiscono

Oggi, invece, è il mio primo giorno di vacanza. Piove, ovviamente. Ha iniziato ieri pomeriggio, dopo la cerimonia di chiusura del trimestre scolastico, e non ha più smesso.
Incredibilmente il mio umore non ne sta ancora risentendo troppo.


Night at Kamogawa
Ristoranti riflessi sul Kamogawa

Ciò che invece lo ha messo a dura prova, ieri, è stato il pensiero che per l'ultima volta ero a scuola con tante delle persone a cui voglio bene. Maria, Henrik e Pontus tornano in Svezia, Miguel ha deciso di trascorrere gli ultimi tre mesi viaggiando. Mentre io cercavo di non piangere come una cretina, loro consolavano me.
Per quanto mi rimangano ancora tre mesi di permanenza, sto iniziando a sentire la fine che si avvicina. Ormai l'ho imparato, tre mesi volano via come il vento. Senza di loro, poi, non sarà lo stesso. Sento l'urgenza di fare tante cose, prima che sia tardi, senza dare più nulla per scontato perché c'è tempo.

Origami


Sono molto triste, ma sono anche molto felice, perché so di essere stata una buona amica come raramente mi è successo di essere, nella vita. La cosa più bella di tutte è stata imparare, finalmente, che più sei disposto a darti e più ricevi in cambio. Sembra scontato, ma non lo si capisce finché non si prova sulla propria pelle. So che non avrò mai più degli amici come loro - non perché gli altri siano peggio o meglio, ma perché non avrò più periodi della vita come questo. So che, se e quando ci rivedremo, sarà in un'altra dimensione spazio-temporale.
Ma sono così grata a tutti quanti per avermi insegnato che le persone sono prodigiose, se dai loro modo di dimostrarlo.

Cielo


Mi è venuta voglia di pedalare lungo il fiume, di sera, verso nord. Magari quando smette di piovere.

20 commenti:

  1. Ciao cara! (scusa la confidenza, ma ti sento emotivamente molto vicina a me in questo momento :)) è da parecchio che seguo il tuo blog, e ora che i miei tre mesi passati a Tokyo si avvicinano alla fine, sono contenta di aver letto qualcosa che rispecchia esattamente le mie emozioni :) Goditi questi tre mesi, che sembreranno corti, ma allo stesso tempo contano come anni ;) Un abbraccio da una Tokyo decisamente piovosa e piena di ortensie :)

    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, grazie per il commento!
      Mi fa tanto piacere sapere che altra gente si ritrova nelle mie parole, mi fa sentire vicina a persone che non conosco ma tramite la stessa esperienza hanno tanto in comune con me.
      Ti ringrazio tanto, spero che la fine della tua permanenza a Tokyo sia positiva e che, se lo vuoi, tu possa tornare presto in Giappone :)
      Un abbraccio
      Elena

      Elimina
  2. Ho una bellissima ortensia rosa sul balcone, e ogni volta che la guardo penso al Giappone!

    Tre mesi passano in un soffio, se pensi che sembra ieri che stavi per partire... Posso immaginare come ti senti, senti il tempo che stringe, la voglia di vedere e fare tante cose e la sensazione che tutto questo ti mancherà tantissimo.

    Magari deciderai di tornare a starci per più tempo in Giappone, chi lo sa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo periodo vendono tante piantine di ortensia e me ne comprerei una anche io, se non fossi preoccupata per il suo destino dopo il mio ritorno.

      Tre mesi, ormai lo so, passano davvero veloci. Inizio a sentire un po' la pressione del ritorno, e sono a metà tra la voglia di riabbracciare la gente a casa e quella di rimanere qui ancora a lungo.
      Al mio rapporto futuro col Giappone ancora non ho pensato, se solo potessi tenere un piede da una parte e uno dall'altra dell'oceano!

      Elimina
  3. E' sempre così. Finché c'è la scuola/lavoro/università il sole spacca le pietre (e i bambini garruli e felici si fanno i gavettoni), ma come si va in ferie comincia il diluvio XD

    Adesso, comunque pensa solo a sfruttare al massimo i tuoi tre mesi, che, sì, passano in fretta, ma sono anche abbastanza corposi e, sono sicura, saranno pieni di bellissime esperienza ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti lo sapevo, che il ritardo della stagione delle piogge era solo per illudermi che avrei potuto godere del sole e del bel tempo anche durante le vacanze! Però cerco di fare come i giapponesi, che in fin dei conti della pioggia si preoccupano il giusto.

      Devo mettere giù una lista di tutte le cose da fare in questi tre mesi!

      Elimina
  4. Cavoli, ormai manca poco!! Goditi questi tre mesi al massimo e non essere triste, anche se ci si separa nessuno può toglierti le esperienze che hai passato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, il tempo vola! Farò di tutto per godermi quello che resta della permanenza e per tenermi dentro tutte le cose belle che ho vissuto qui, che sono davvero tante.

      Elimina
  5. Oh ecco, cara, di questo non ne abbiamo ancora parlato. Come sono messi in Giappone con gli omosessuali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono particolarmente discriminati, ma qui non importa tanto quello che fai nel tuo privato, quanto l'immagine esterna. L'ideale è comunque sposarsi e mettere su famiglia, poi se nel tempo libero hai l'amante del tuo stesso sesso non frega tanto a nessuno.
      Se ti interessa approfondire: http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_in_Giappone

      Elimina
  6. Mamma se il tempo vola!!! Quante cose sono successe in questi mesi nella tua e anche nella mia di vita! Anch'io ho un'ortensia ma fino a poco tempo fa nn sapevo fossero così comuni anche in Giappone...segno del destino? Cmq capisco benissimo cosa vuoi dire, quando manca più poco alla fine di qualcosa prende una frenesia....goditi tutto al massimo! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo anno è stato intenso per tante persone che conosco, sparse un po' in tutto il mondo. Spero sia stato comunque positivo in fin dei conti!
      In Giappone hanno almeno un fiore per ogni stagione, e per quella delle piogge è proprio l'ortensia. Sono veramente belle!
      Grazie, farò in modo di vivere al meglio gli ultimi mesi! Un abbraccio a te

      Elimina
  7. Io farei così: andrei a trovare gli amici in Svezia, giusto per fare un giro un po' diverso e scoprire nuove cose ;-)

    Le ortensia hanno bisogno di tanta acqua, il nome scientifico è Hydrangea proprio per questo!... Scoprirai di apprezzare la pioggia anche tu. Non sono belli quei goccioloni che si posano sui fiori? ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la Svezia ho già messo in conto che sarà una delle mie prossime destinazioni di viaggio! Oltre a Londra, ovviamente. ;)

      Non ci avevo mai pensato, al nome scientifico... si imparano sempre cose nuove! In effetti sotto la pioggia sono proprio bellissime, riescono a farmela sembrare quasi sopportabile!

      Elimina
  8. Cara, quanto tempo che non passavo di qui! E' incredibile come passa veloce il tempo, e la tua avventura giapponese è già in dirittura d'arrivo!! ^^
    Che dirti, goditi questi ultimi 3 mesi, assapora e respira tutto quello che puoi, che poi quaggiù ti aspetta la tua vita!!

    Un abbraccio forte!!

    P.S. Ad agosto sarò in Giappone!! Mi sa che a Kyoto ci passo velocemente, ma faremo il possibile! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dany, ciao! Come stai?
      Farò in modo di non rimpiangere nulla e di vivere i tre mesi che mi rimangono al massimo. Tornare a casa, poi, ha comunque i suoi lati positivi!

      Spero riusciremo a incontrarci se passi da Kyoto, se siete proprio di corsa non preoccuparti, in qualche modo, da una parte o dall'altra, prima o poi ce la faremo!

      Ti abbraccio

      Elimina
  9. Tra un'ortensia e l'altra...
    Qui c'è un tripudio di fiori tra i quali spiccano tante ortensie bianche.

    (Oggi con molto piacere ho ricevuto una visita al sito proveniente da Takamatsu: eri forse tu)??

    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando sto in Giappone ho iniziato ad apprezzare ancora di più la bellezza dei fiori.
      Le ortensie qui sono di uno splendido color indaco!

      Mmm io non sono passata da Takamatsu... qualcun altro è venuto a vedere il sito dal Giappone! :)

      A presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...