17/10/12

Home sweet home

Vi avevo mostrato le immagini dimostrative della mia casa giapponese, ma è giunto il momento per farvi vedere il mio vero appartamento, ora che è arredato decentemente grazie al saccheggio ripetuto dello hyaku en shoppu dietro l'angolo (equivalente dei nostri "tutto a 99 cent", ma con scelta e qualità dei prodotti superiore).

japanese apartment

Il giro turistico parte dal bagno. L'accostamento dei colori è un po' casuale, lo ammetto, ma ho comprato ogni pezzo separatamente e non ho valutato granché il risultato finale. In generale tutte quelle tinte diverse insieme mi piacciono, mi danno allegria. Non mi andava di avere una casa monocromatica, neutra e noiosa. Notate le ciabatte da bagno : ho adottato l'usanza giapponese di avere un paio di pantofole solo per la toilette, più che altro perché con la doccia senza tenda (non so proprio come attaccarcela, le pareti non sono nemmeno parallele e non posso usare uno di quei pali che si incastrano tra i due muri) il pavimento finisce sempre per bagnarsi.

japanese apartment

Ed ecco l'attrezzatissimo angolo-cucina, situato tra l'ingresso e i piedi del letto: frigorifero, bollitore, cuociriso, microonde (ancora mai usato) e un praticissimo fornello con bomboletta a gas, difficile da regolare e con un'autonomia piuttosto bassa. Spero di trovarne uno elettrico economico da qualche parte, sarebbe molto più efficiente.

japanese apartment

Per finire, la zona giorno/notte, zona tutto insomma. Scusate il disordine. La scrivania, la sedia e la lampada da tavolo sono una gentile concessione del precedente inquilino, che le ha comprate e poi ovviamente non se le è potute portare a casa. Non lo ringrazierò mai abbastanza, grazie a lui non mi tocca sedere per terra tutto il giorno al tavolino basso (ci mangio e basta).

japanese apartment

japanese apartment

Il futon per dormire è più comodo di quanto pensassi, anche appoggiato alla rete del letto e non per terra, come da tradizione. Alla casa manca ancora qualcosina, ad esempio tende decenti per la finestra, dato che quelle che ho ora sono praticamente trasparenti, ma tutto sommato ci vivo ormai più che comodamente.

Spero di allietarvi presto con argomenti più succulenti, per oggi è tutto: devo ancora fare i compiti.

38 commenti:

  1. Carino l'appartamento ^^ Mi fai venire una nostalgia di Giappone...
    Spero ti stia ambientando :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pur non essendo una stanza in stile tradizionale, coi suoi spazi piccoli e la sua funzionalità è estremamente giapponese.
      Mi sto ambientando, sì, più nel luogo che con le persone, ma c'è ancora tanto tempo. :)

      Elimina
  2. A me piace un sacco tutto quel colore in bagno :D Mi fa tanta allegria!! :)))
    E bello anche tutto il resto dell'appartamento!!Chissà che tende metterai :D Sono curiosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che non ti sembri un pugno nell'occhio il bagno, anche a me rende allegra, quindi va bene così!
      Sulle tende credo mi farò guidare molto dal prezzo, quella che costa meno si aggiudicherà un posto alla mia finestra. :)

      Elimina
  3. Carinissimo l'appartamento!!! °o°
    Amante dei "tutto 99 cent", sarei al settimo cielo visitando un hyaku en shoppu! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Sì, se sei già amante dei 99 cent gli hyaku en shoppu ti farebbero proprio impazzire!

      Elimina
  4. Vorrei farmelo volentieri, un giro in Giappone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui è veramente bello, poi da turista, senza grosse preoccupazioni pratiche, lo consiglierei a chiunque!

      Elimina
  5. Carino l'appartamento!! Ora comincia ad avere l'aspetto di "casa", no? ;) Dai, dai, direi che l'ambientamento sta riuscendo!! E sono convinta che la scuola ti aiuterò moltissimo in questo!! ^^

    Un abbraccio e buono studio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sì, ormai lo sento abbastanza come "casa", con tutti questi oggetti comprati da me dentro. L'ambientamento procede, ora mi mancano solo degli amici giapponesi!
      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  6. Piccola ma bellissima!!! Hai fatto bene a mettere tanto colore, servirà nei momenti bui e nelle lunghe giornate invernali... Usalo il microonde, è comodissimo soprattutto per scaldare i piatti pronti dei kombini!!! Forza!!! Che nostalgia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! Di solito propendo sempre per le cose colorate, mi tirano davvero su l'umore. E i giorni grigi di avvicinano, da ieri piove.
      In realtà frequento poco i konbini, sono comodi per quando si è di fretta ma costano tantissimo... preferisco cucinarmi un piatto di pasta veloce ed economico!

      Elimina
  7. Mi piacciono davvero tantissimo tutti quei colori in gano, fanno davvero allegria ^W^ Ti sei attrezzata proprio bene, l'angolo scrivania/letto sembra proprio confortevole <3<3 Io purtroppo non riesco ad amare il futon ;_; ma capisco che sia una cosa personalissima XD Se tu ci stai bene sono contentissima ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che il bagno-Arlecchino stia avendo successo, temevo di avere un po' esagerato con le tinte! Sì, in generale è piuttosto comodo, sono stata davvero fortunata a trovare la scrivania già montata dal precedente inquilino.
      Il futon non so se lo scambierei col mio materasso di casa, ma dato che qui ho questo mi adatto, per ora non mi sta dando problemi fortunatamente. :)

      Elimina
  8. Direi che è molto accogliente! Proprio ieri ho visto una piastra elettrica a induzione a poco (sui 25 euro). Dovresti trovarle anche lì. Io avrei un po' di ansia a usare la bombola del gas, finchè si è in campeggio per un mese ok, ma in casa...
    La doccia senza tenda è un po' scomoda, i colori però sono molto carini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino si trovino anche qui a poco, quando cerco qualcosa l'unico problema è trovare il negozio giusto a cui rivolgersi. La bombola a gas in realtà è una mini-bomboletta, sarà 1 litro, che si inserisce all'interno del fornelletto. Non credo esploderò, ma è comunque scomodo doverla cambiare almeno una volta al mese.
      La tenda alla doccia vorrei metterla, ma purtroppo ancora non so come fare.

      Elimina
  9. Carino! Questi mini appartamenti giapponesi sono molto funzionali mi hanno detto... Mr Fedo mi chiedeva che scuola stai frequentando (per sapere se è la stessa che hanno fatto lui e suo fratello)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro è funzionale, sono bravissimi a ridurre tutto il necessario nel minimo spazio possibile.
      Ma dai, avevo capito che c'era una cognata giapponese, ma non che Mr. Fedo e suo fratello avessero studiato qui! La scuola si chiama ARC Academy, fammi sapere loro dove sono stati!

      Elimina
    2. Hihi... sì, ho una famiglia di giramondo :)
      Mr. Fedo e suo fratello sono stati per un mese a Kyoto e dintorni (prima che ci conoscessimo e prima che il fratello si sposasse).
      La scuola "sembra" quella, ma non si ricorda bene, deve chiedere conferma al fratello. Fedo comunque non parla giapponese, ma il fratello invece sì ed è abbastanza bravo pur avendolo sempre studiato da autodidatta :)

      Elimina
    3. Allora attendo conferma, chissà che non abbiano anche studiato con le stesse insegnanti che ho io!

      Elimina
    4. Omori sensei ... l'unica che si ricorda (capiscilo, a volte non si ricorda cosa ha fatto il giorno prima)

      Elimina
    5. Lo capisco eccome! :) Omori sensei non mi dice nulla, ma magari è nella scuola e semplicemente non insegna nella mia classe.

      Elimina
  10. Bellissimo :) mi ricorda tanto una casa dello studente in cui ho abitato, scusa se ti faccio una domanda ma l'armadio per i vestiti non c'è? c'è solo la cassettiera affianco alla scrivania?
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il tipico appartamento da studenti, ma in altri uguali vivono anche piccole famiglie e lavoratori.
      L'armadio non c'è, è abbastanza scomodo tenere tutto nella cassettiera, ma è almeno capiente e sono riuscita a farci stare comodamente tutti i vestiti.

      Elimina
  11. Elena! casetta piccina e confortevole! E mi sembra di intravvedere la cassettiera bianca ikea... wow anche un tocco di pop-design europeo! La tua dimora è carinissima, non manca niente e hai una bellissima finestra che illumina l'ambiente... Le tapparelle immagino non ci siamo in Giappone, come risolvono la cosa?

    p.s. manca un micio =^.^=

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kri! Qui parecchia roba è dell'Ikea, il padrone di casa ha arredato praticamente tutto comprando da lì. La finestra è grande, e questo è un po' un problema per la temperatura, perché i vetri non sono per nulla isolanti e appena fuori si abbassa di qualche grado dentro fa freddo. Il problema tapparelle immagino lo risolvano con tende coprenti, che dovrò comprare anche io perché alle 5 c'è già luce piena.
      Il micio qui dentro poverino impazzirebbe, non avrebbe nemmeno lo spazio per rigirarsi! :)

      Elimina
    2. A bè, hai ragione un micio in effetti starebbe stretto... Sai che coccola però quando arrivi a casa... Peccato! <3 Attendo foto dei manicaretti japani! YUM

      Elimina
    3. Ma più che altro, dove lo metto quando torno in Italia? Ho già un cane e un gatto a casa! :D

      Elimina
    4. In effetti... ti toccherebbe far poi inserimento interculturale... haha.

      Elimina
  12. ma è davvero carinissimo! ♥ complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, l'ho arredato proprio con poco! :)

      Elimina
  13. Che carina!! Hai anche già una piantina! La vera sfida di sopravvivenza lontano dall'Italia sarà stare un anno senza bidet...ma immagino che i dettagli di questo aspetto non potrai spiegarceli nel blog eheheh. Io aspetto con ansia anche le foto di cibi "strani" quando ti sarai spinta avanti nella sperimentazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, la piantina... dalla foto non si capisce, ma è finta... l'ho trovata qui ed è terribile! Ecco, sul fatto che non hanno il bidet parlavo proprio ieri con la mia vicina (italiana), e sì, è terribile. Sul cibo sono indietro, mangio sempre in casa per risparmiare, ma quando conoscerò i ristorantini economici della zona provvederò a mostrarvi anche quello!

      Elimina
  14. ahahaha che delusione!! in foto sembrava così carina!! Non capisco come gli italiani siano riusciti ad esportare la pizza ma non il bidet!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro si sentono puliti e soddisfatti con lo spruzzetto dei gabinetti tecnologici (che non ho ancora osato azionare, nonostante a scuola li abbiamo), il bidet rimane comunque un gradino di civilizzazione superiore! :)

      Elimina
    2. Ma provalo! Anch'io ero un pò perplessa, ma superata l'iniziale diffidenza e capito come funzionano i vari tasti (regolazione getto e temperatura) l'ho trovata un'ottima soluzione per avere tutto in poco spazio!

      Elimina
    3. Col fatto che non ce l'ho in casa non me la sono ancora sentita, ma prima o poi la curiosità avrà il sopravvento! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...